Loading...

Come si fanno i jeans strappati

Jeans vissuti: come si fanno?

Sono veramente tantissime le persone che si vestono in base a quelli che sono i gusti della società non rendendosi conto che, così facendo, non fanno altro che privarsi della loro stessa personalità.

L’unico vero modo per non passare inosservato sta nel riuscire a liberarsi da ogni tipo di condizionamento esterno e riuscire a dare libero sfogo alla propria creatività in termini di abbigliamento.

Fare dei jeans strappati, ad esempio, non è affatto difficile: basta avere a disposizione gli strumenti giusti e fare in modo che le proprie idee si trasformino in qualcosa di concreto.

A tal proposito, abbiamo deciso di darvi alcuni suggerimenti su come fare per donare ai vostri jeans un effetto vissuto pur avendoli acquistati da poco.

Vediamo insieme come fare.

Pietra pomice

Il primo modo per riuscire a donare ai vostri jeans un effetto vissuto consiste nell’utilizzare la pietra pomice.

E’ proprio utilizzando la pomice che le grandi industrie riescono a conferire ai jeans strappati che generalmente troviamo in commercio il tipico aspetto vissuto.

I jeans, infatti, vengono lavati più volte in grandi lavatrici industriali con delle sostanze schiarenti e dei pezzettini di pietra pomice i quali, rotolando a lungo sul tessuto nei cestelli delle lavatrici, vanno ad usurarlo ed a conferirgli il già menzionato aspetto vissuto.

L’effetto che ne deriva è a dir poco naturale, dato che la pietra va a consumare il tessuto quasi a caso.

Naturalmente, per non rischiare di arrecare seri danni alla vostra lavatrice, vi suggeriamo di utilizzare la pietra pomice in tutt’altra maniera, vale a dire tenendo ben teso il tessuto da entrambe le parti e sfregandola direttamente sulla superficie del jeans in maniera energica fino a quando il tessuto non si sarà sfilacciato.

In alternativa, potete utilizzare la tradizionale grattugia per i piedi. Il risultato sarà il medesimo.

Carta vetrata

Anche la carta vetrata è perfetta per operazioni di questo genere.

Vi basterà sfregarne un pezzetto sui jeans e continuare fino a quando il capo non avrà assunto l’aspetto desiderato.

Grattugia

Per dare vita a dei jeans strappati, potete anche utilizzare una semplice grattugia.

Avete capito bene: stiamo parlando della grattugia che usate solitamente in cucina per sminuzzare il formaggio.

Naturalmente, però, per non rischiare di rovinare i vostri amati jeans, vi consigliamo di utilizzare lo strumento in maniera delicata.

Forbici

Per “raschiare” la superficie dei jeans, potete anche utilizzare un paio di forbici.

In che modo?

Semplice, tenendo ben tesa la parte dei jeans che intendete modificare e raschiandone la superficie con la punta delle forbici.

Così facendo, il tessuto comincerà a sfilacciarsi dopo poco tempo e voi riuscirete, così, ad ottenere l’effetto strappo tanto desiderato.

Lima di vetro

Per strappare i vostri jeans, infine, potete provare ad utilizzare una lima di vetro.

Per riuscire a sfilacciare il tessuto, però, dovrete avere un pò più di pazienza per via delle ridotte dimensioni dello strumento.

Strofinate, dunque, la lima in maniera energica sui jeans fino a quando questi non si saranno consumati.

Nota bene – il lavaggio

Per rendere più evidenti le modifiche effettuate sui jeans, vi consigliamo di provvedere immediatamente al loro lavaggio.

Disponete dunque i jeans in lavatrice ed impostate un lavaggio a 30°C.

Il risultato che otterrete sembrerà più che naturale.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Arrangiamoci.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons