Loading...

Come si calcola la tredicesima? Esempio pratico

calcolo-tredicesimaIntrodotta con il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro (CCNL) Industria-Impiegati, il 5 Agosto 1937, all’articolo 13, la Tredicesima è un vero e proprio regalo di Natale pensato per tutti coloro che percepiscono uno stipendio, che siano con un contratto a tempo determinato o a tempo indeterminato.

Da dove viene

Questa mossa molto abile permette di far girare l’economia in un periodo utile, oltre a tenere alto il morale dei lavoratori e motivarli. La Tredicesima rappresenta un dodicesimo di tutta la retribuzione annua e matura anche durante le assenze per malattia o infortunio sul lavoro.

Anche se ci sono stati molti sconvolgimenti del mercato del lavoro, ad oggi continua a maturare anche in caso di ferie, permessi retribuiti e maternità.

Sfuggono a questo calcolo le ore di lavoro straordinario, notturno saltuario, indennità per ferie non godute, laddove ancora applicate.

Come si calcola

Per calcolare la Tredicesima si prende in considerazione il mensile lordo a cui bisogna detrarre i contributi previdenziali e le ritenute fiscali in base alle aliquote previste nel mese di erogazione.

Quindi il calcolo comprende

  • La paga base, inteso come compenso minimo dovuto ai lavoratori aventi un determinata qualifica
  • L’indennità di contingenza, che è un componente che serve ad adattare il compenso al costo della vita
  • Scatti di anzianità, elemento che viene maturato in base al tempo di attività prestato presso una azienda
  • Terzi elementi, anche noto come EDR (Elemento Distinto della Retribuzione, somma corrisposta mensilmente ai lavoratori privati), trattamento di vacanza contrattuale (elemento provvisorio corrisposto a ciascun dipendente dallo Stato durante il periodo che passa tra la scadenza di un contratto e la stipula di un altro o il suo rinnovo)

Vediamo insieme come si effettua il calcolo

  • Viene considerato il numero dei mesi in cui si è lavorato
  • Si conta la retribuzione mensile corrisposta
  • Poi va moltiplicata la retribuzione di ogni mese in cui si è lavorato per i mesi in cui si è svolta l’attività lavorativa
  • Il totale va diviso per 12, inteso per i mesi dell’anno

Ad esempio

Un dipendente percepisce

  • Base mensile 2000€
  • Scatti di anzianità 100€
  • Indennità di contingenza 1200€
  • Retribuzione totale 3300€

Stando a questi dati supponiamo che il lavoratore abbia lavorato dal 1 Aprile al 31 Dicembre, così facendo ha maturato 9 mesi di attività.

Il calcolo si fa moltiplicando la retribuzione totale per i mesi di lavoro, il risultato ottenuto va diviso per i mesi dell’anno:

3.300 x 9  = 29.700

29.700 : 12 = 2.475

La Tredicesima del dipendente sarà di 2.475€

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Arrangiamoci.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons