Loading...

Come pulire l’oro bianco

pulire l'oro biancoL’oro bianco è un materiale elegantissimo, che viene per questo motivo scelto per un gran numero di creazioni di gioielleria. Nonostante sia un materiale pregiatissimo però, può tendere con il tempo ad opacizzarsi.

Niente paura, non vi hanno ingannato: l’oro bianco può opacizzarsi, e può essere al tempo stesso riportato al suo splendore originario con una buona pulizia.

Ma come si fa a pulire l’oro bianco? Che tipo di prodotti si possono utilizzare? Vediamolo insieme.

Usare il sapone per i piatti

Uno dei prodotti più efficaci per togliere incrostazioni e macchie dall’oro bianco è il sapone per i piatti. Sceglietene uno di qualità, mischiatene un cucchiaio con una bacinella d’acqua, e dopo aver mescolato un po’ per creare un po’ di spugna, lasciate il vostro gioiello ammollo per 10-15 minuti. Non preoccupatevi dell’eventuale presenza di pietre preziose, dato che il sapone in questione non sarà in grado di intaccarle.

Il sapone liquido per i piatti viene utilizzato in quanto capace di aggredire soltanto il grasso, in genere responsabile di incrostazioni, senza andare a danneggiare il metallo.

Utilizzate acqua leggermente tiepida e usate un timer per non lasciare il vostro gioiello in acqua oltre il tempo necessario.

Spazzolino da denti con setole morbide

Una volta che il gioiello è stato lasciato ammollo ed è stato asciugato con perizia, è il momento di utilizzare uno spazzolino da denti con setole morbide, spazzolando energicamente e cercando di raggiungere anche gli angoli meno accessibili.

Non abbiate paura di graffiare il vostro gioiello: le setole morbide dello spazzolino non sono in grado di scalfire la sua superficie.

Risciacquo in acqua tiepida

Una volta spazzolato per bene il vostro gioiello in oro bianco, è giunto il momento di risciacquarlo sotto acqua corrente tiepida. Va benissimo quella del rubinetto, a patto che non sia eccessivamente dura e quindi calcarea. Nel caso non vi fidaste dell’acqua che esce dal rubinetto, potete riscaldare un po’ di acqua demineralizzata, quella che si usa per il ferro da stiro.

Lucidatura con un panno di daino

Procuratevi un panno di daino e utilizzatelo sia per asciugare l’oro bianco, sia per dargli un’ultima finitura che lo lucidi. Vanno benissimo i panni in daino che si utilizzano in genere per il cruscotto dell’auto. Potete procurarvene uno in ogni rivendita di articoli per il bricolage o per la pulizia dell’auto.

Il mio oro bianco è ancora sporco: che faccio?

Potrebbe essere a questo punto un problema che riguarda il rivestimento del vostro gioiello. In questo caso c’è poco da fare, se non portarlo da un gioielliere, che utilizzando speciali procedure rivestirà il vostro anello da zero, rendendolo lucido come quando lo avevate comprato.

Si tratta di una procedura piuttosto standard e che può essere effettuata da ogni gioielliere che abbia un piccolo laboratorio nel suo negozio. I prezzi sono in genere molto contenuti: recatevi nel negozio dove il vostro oro bianco è stato acquistato e chiedete delucidazioni sulla procedura.

Nel caso proprio non vogliate procedere con il gioielliere, potete sempre provare a ripetere la procedura di cui vi abbiamo parlato in questo articolo, spazzolando più energicamente o aggiungendo più sapone alla soluzione.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Arrangiamoci.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons