Loading...

Come preparare il te sfuso

Come preparare il tè sfusoOltre ad essere una delle bevande più antiche al mondo, il rappresenta, dopo l’acqua ed il caffè, la bevanda più consumata da gran parte della popolazione mondiale.

Poco importa se per la preparazione si utilizzano le tradizionali bustine oppure le foglie sfuse: una buona tazza di tè non si rifiuta mai.

Il tè, infatti, può essere tranquillamente consumato sia durante che prima i pasti. L’importante è non berlo prima di andare a letto, a meno che non intendiate passare la notte in bianco.

Per preparare il tè sfuso non dovrete far altro che seguire i suggerimenti che tra poco vi daremo.

Preparazione

  1. Per prima cosa riempite il bollitore elettrico con acqua fredda. Potete utilizzare anche l’acqua del rubinetto, mentre è assolutamente sconsigliato utilizzare quella distillata oppure già bollita.
  2. Una volta fatto questo, non dovrete far altro che inserire la spina del bollitore nella presa di corrente ed accenderlo.
  3. Se non possedete un bollitore elettrico, non preoccupatevi. Potete pur sempre utilizzare un semplice pentolino e riscaldare poi l’acqua sul fornello.
  4. Attendete che l’acqua giunga ad ebollizione e nel frattempo provvedete a versare in una teiera il tè sfuso.
  5. Aggiungetene un cucchiaino per ogni tazza, dopodiché versateci dentro l’acqua giunta precedentemente ad ebollizione.
  6. Coprite successivamente la teiera con un coperchio, dopodiché riempite nuovamente il bollitore (o il pentolino) d’acqua e portatela nuovamente ad ebollizione.
  7. Lasciatela raffreddare per un paio di minuti, dopodiché svuotate la teiera (lasciando sul fondo soltanto le foglie di tè) e riempitela nuovamente con l’acqua del bollitore elettrico.
  8. Posizionate il coperchio sulla teiera e lasciate in infusione per qualche minuto (1 minuto se si tratta di tè verde, 5 minuti se si tratta di tè nero, 7/8 minuti se si tratta di tè Oolong, più di 10 minuti se intendete preparare una tisana).
  9. Trascorsi questi pochi minuti, rimuovete il coperchio dalla teiera, filtrate il liquido con un colino e versate il tè ottenuto nelle tazzine.
  10. A questo punto, non vi resta che aggiungere al tè lo zucchero e berlo come preferite, magari in compagnia di qualche cara amica.

Nota bene – l’infusione

Come avrete potuto notare dovrete effettuare ben due infusioni e questo perché, secondo un’antica tradizione orientale, la prima serve soltanto a rimuovere tutte le impurità presenti sulle foglie di tè.

Pertanto, se il vostro intento è quello di assaporare una tazza di tè a regola d’arte, vi consigliamo di non sottovalutare assolutamente questi due semplici quanto fondamentali passaggi.

 

 

 

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2018 - Arrangiamoci.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons