Loading...

Come montare un pannello solare da soli

Montare pannelli solari da soliSfruttare l’energia solare, come fonte di elettricità per la nostra casa, è una operazione conveniente, specialmente sul lungo periodo.

Ci permetterà di risparmiare sul costo della bolletta ed in quanto energia pulita e sostenibile di ridurre l’impatto ambientale.

Costi e incentivi

I costi sono facilmente ammortizzabili nel giro di pochi anni.

Non solo risparmio secco sulla bolletta, ma anche incentivi governativi e europei che rendono quello dei pannelli solari un’offerta che davvero in pochi dovrebbero lasciarsi scappare.

Costi che possono essere ulteriormente ridotti se si provvede personalmente all’installazione dei pannelli solari. Vediamo cosa occorre sapere e di cosa abbiamo bisogno.

Cosa bisogna sapere

In primo luogo occorre sapere che mediamente 10 metri quadrati di pannelli solari sono in grado di produrre circa 1 kilowatt di energia. In secondo luogo, invece che gli impianti fotovoltaici posso essere di due tipi: a isola o indipendente, oppure collegato alla rete.

L’impianto a isola

Nell’impianto ad isola l’energia solare assimilata dai pannelli viene ad essere immagazzinata in apposite batterie, pronta ad essere utilizzata al bisogno. L’impianto, infatti, non è collegato ad alcuna rete elettrica.

L’impianto collegato alla rete

Nell’impianto fotovoltaico collegato alla rete, invece, l’energia catturata dal sistema di pannelli solari viene immessa direttamente nella rete elettrica domestica. 

Montaggio dei pannelli solari

Una volta scelta la soluzione più appropriata possiamo procedere al montaggio dei nostri pannelli solari. E’ importante sapere che per sfruttare a pieno un pannello solare è necessario rispettare alcuni parametri.

Non importa infatti che il pannello venga montato sul tetto piuttosto che in giardino, quello che è fondamentale rispettare è l’orientamento a sud e l’inclinazione di 30-35 gradi del pannello stesso.

L’inverter

Una volta fissati i nostri pannelli solari, sarà necessario collegarli ad una apposita centralina elettronica ed ad un inverter. La centralina avrà sostanzialmente il compito di controllare il funzionamento dell’impianto.

L’inverter avrà la funzione di trasformare la corrente da continua ad alternata. 

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Arrangiamoci.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons