Loading...

Come fare le mappe concettuali

Consigli su come fare una mappa concettuale perfettaLa mappa concettuale è uno schema grafico che serve a sintetizzare i punti più importanti di un argomento che si sta studiando.

La schematizzazione di un argomento particolarmente complicato può aiutare la nostra mente a memorizzare velocemente i concetti più importanti.

La caratteristica fondamentale che deve possedere una mappa concettuale è la sinteticità.

Non deve essere troppo ramificata ma semplice, breve e coincisa in modo da permettere alla nostra mente di ricordarsene facilmente, senza compiere alcun sforzo.

Una volta chiarito il concetto e le relative caratteristiche, entriamo nel pratico e vediamo come fare una mappa concettuale perfetta.

1. Mappa concettuale a mano

In questa prima parte vedremo nel dettaglio come fare una mappa concettuale a mano; nella seconda parte, invece, vedremo come farla al pc e soprattutto con quali programmi.

  1. La prima cosa da fare è scrivere in alto al centro della pagina qual è l’argomento principale.
  2. Potete scegliere di circoscrivere l’argomento principale in un cerchio, un quadrato, un rettangolo oppure sottolineandolo semplicemente, non importa.
  3. Il secondo passaggio consiste nell’individuare delle macrosequenze.
  4. Esempi di macrosequenze possono essere le date importanti, gli eventi fondamentali e le cause che danno luogo all’argomento principale.
  5. Vi ricordiamo che le 3 macrosequenze da noi individuate sono soltanto degli esempi. In base al tema principale dovrete capire voi stessi se aggiungerne qualcun’altra.
  6. Una volta individuate le macrosequenze, dovete aggiungere i vari punti che le compongono e numerarli.
  7. La numerazione vi aiuterà a capire subito se ne avete tralasciato qualcuno durante la ripetizione.
  8. Un altro suggerimento che vi diamo è quello di rendere i punti leggibili.
  9. Ripassateli con una penna oppure evidenziateli con un pennarello: in questo modo vi risulterà più semplice individuarli durante la ripetizione.
  10. Adesso non vi resta che sviluppare dall’alto verso il basso il reticolo di concetti.
  11. Collegate, dunque, l’argomento principale alle linee più significative e, man a mano, cominciate a memorizzare tutto.
  12. Abbiamo detto precedentemente che una mappa concettuale deve essere chiara e leggibile a tutti. Quindi se il foglio è troppo piccolo e non riesce a contenere tutte le informazioni che voi considerate importanti, non fatecele entrare per forza. Ritagliate dei piccoli rettangolini di carta e numerate ed evidenziate i punti che compongono quella particolare macrosequenza. Disponeteli successivamente sotto oppure accanto alla macrosequenza scritta sul foglio di carta.
  13. Questa operazione può essere fatta anche nel caso in cui abbiate intenzione di espandere ulteriormente il significato di una macrosequenza, magari per fare bella figura con il professore.
  14. Ritagliate altri rettangolini di carta e, seguendo un filo logico, disponeteli ordinatamente uno dopo l’altro, in modo da permettere alla vostra mente di fotografare perfettamente la mappa concettuale che state facendo.
  15. Una volta fatto ciò, non vi resta che osservare per bene il lavoro appena svolto, apporre qualche modifica (nel caso in cui ce ne fosse bisogno), capirne i vari collegamenti, imparare l’argomento e ripetere fin quando il tutto non vi sarà entrato perfettamente in testa.

2. Mappa concettuale al pc

Nel caso in cui intendiate svolgere un lavoro più ordinato e più presentabile, create la vostra mappa concettuale al computer.

Esistono diversi programmi a riguardo, ma la maggior parte di questi non sono affatto gratuiti e in più non sono facili da usare. Per questo motivo abbiamo deciso di suggerirvene due in particolare totalmente gratuiti e soprattutto molto semplici. Vediamo insieme quali sono e soprattutto come si utilizzano.

  1. Cmap Tools. E’ un programma facile da scaricare e da utilizzare. E’ stato ideato dall’Università della Florida ed è basato sugli studi di Joseph Novak. E’ un programma assolutamente gratuito, ma necessita di registrazione. Per sapere in che modo utilizzare il programma, vi consigliamo di leggere questa guida.
  2. Exploratree. Anche questo programma è semplicissimo da usare. Potete anche evitare di registrarvi se volete soltanto provarlo. Se invece intendete salvare il vostro lavoro dovete registrarvi.
  • Per registrarvi dovete cliccare su “Register now” posto in basso a sinistra, inserire i dati che vi vengono richiesti e salvare.
  • Una volta terminata la registrazione, non dovete far altro che tornare nella pagina principale e scegliere tra le varie tipologie di mappe concettuali messe a disposizione per voi.
  • Una volta terminata la mappa, non vi resta che salvare il lavoro svolto cliccando su “Save” posto verso la fine della barra orizzontale.

 

 

 

 

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Arrangiamoci.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons