Loading...

Come accendere un fuoco senza diavolina

Accendere il fuoco senza diavolina: si può?Accendere un fuoco non è mai facile, soprattutto se è la prima volta che lo si prova a fare.

Non basta avere a portata di mano accendini o fiammiferi, serve molto di più.

Innanzitutto bisogna avere tanta pazienza: il fuoco non si accende immediatamente, soprattutto se non si sistema la legna in maniera adeguata.

In quest’articolo vedremo come fare per riuscire ad accendere il fuoco senza utilizzare la famosa diavolina.

Procurarsi ciò che serve

La prima cosa che dovrete fare, ovviamente, è procurarvi quello che serve per riuscire nell’impresa.

Dunque, procuratevi della carta di giornale, dei fiammiferi o un accendino, dei legnetti secchi e, ovviamente, della legna per accensione.

Sistemare adeguatamente il tutto

La riuscita dell’impresa dipende essenzialmente dal modo in cui andrete a sistemare la legna.

Per far sì che il fuoco non vada ad estinguersi nel giro di pochi minuti, cominciate ad appallottolare i fogli di giornale (senza però andarli a comprimere troppo) e disponeteli tutti insieme al centro del camino.

Dal momento che il fuoco tende ad espandersi sempre verticalmente e mai lateralmente, dovrete andare a disporre a mò di piramide i rametti secchi.

Se non disponete di questi ultimi, non preoccupatevi. Potete pur sempre utilizzare le stecche di legno delle cassette della frutta.

Una volta formata la piramide di legno, disponete tra un legnetto e l’altro dei pezzetti di cartone e con un accendino cominciate a dar fuoco ad una pallina di carta. Fate la stessa cosa con un pezzetto di cartone e poi un rametto di legno secco.

A questo punto, alcune persone, per alimentare la fiamma, solgono spruzzarci sopra dell’alcool.

Nonostante questo prodotto riesca nell’intento, noi non ci sentiamo di suggerirvi il suo utilizzo. L’uso dell’alcool in questi casi potrebbe rivelarsi veramente troppo pericoloso, soprattutto se siete alle prime armi.

Ecco perchè per alimentare la fiamma vi suggeriamo di utilizzare un semplice ventaglio.

Così facendo, impiegherete sicuramente più tempo, ma almeno non correrete il rischio di ustionarvi la pelle a causa di fiammate alte ed improvvise.

Aggiungere la legna da accensione

Quando il fuoco avrà cominciato ad ardere, dovrete aggiungerci della legna da accensione. Anche in questo caso dovrete disporre la legna in maniera adeguata, altrimenti questa finirà per soffocare la fiamma.

Per una disposizione corretta, vi consigliamo di mettere i tronchetti in modo che questi vadano a formare una specie di triangolo.

Così facendo, la fiamma non solo non si spegnerà, ma si andrà anche a propagare gradualmente verso il centro.

Utilizzate di tanto in tanto il ventaglio e, nel caso in cui i tronchetti si vadano a spostare, utilizzate una pinza da camino per rimetterli al loro posto.

Articoli che ci piacciono:

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017 - Arrangiamoci.it è parte della rete Qonnetwork, i cui contenuti sono di proprietà esclusiva di Qonnecta srl - P.I. 08021571214 | Note Legali

Licenza Creative Commons